Lonigo

Chievo: D'Anna,normale non essere sereno

Incassata la sesta sconfitta in otto giornate, Lorenzo D'Anna sa di essere in bilico sulla panchina del Chievo. "E' normale che non sia sereno. Nessun allenatore prima di me è stato così a lungo in questa società, 24 anni con diverse mansioni e diversi ruoli, è normale che questo momento sia delicato - ha osservato l'allenatore, dopo il 3-1 subito contro il Milan -. Ho sempre voluto bene a questa società, non mi fa piacere stare in questa condizione. Con questo 'score' le responsabilità sono dell'allenatore e me le prendo, non mi sono mai nascosto. Sono anche convinto, però, che questa squadra possa dare ancora di più, al di là delle assenze". "In occasione dei gol abbiamo sbagliato di reparto, ma siamo stati bene in campo. Dobbiamo essere più convinti - è l'analisi di D'Anna -. I giocatori importanti, con esperienza, che dovrebbero assumersi la responsabilità, ancora non sono entrati in questo ruolo. Il processo di crescita chiede tempo, dobbiamo pretendere da alcuni elementi che diano di più".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie